Categoria:

20.00

Esaurito

È disponibile un servizio di spedizione a domicilio. ACQUISTA ONLINE con un servizio di spedizione a domicilio O ritira presso il nostro shop in Via Cavalieri di Vittorio Veneto 14 a Bergamo durante gli orari di apertura:
• Lunedì dalle ore 9:00 alle 13:00.
• Martedì mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 14:30 alle 18:00.
• Sabato dalle ore 9:00 alle 12:30 e dalle ore 14:30 alle 18:00.

Descrizione

Antica fotocamera risalente agli anni ’40 dell’azienda italiana Bencini. Antonio Bencini, originario della provincia di Firenze, durante la Grande Guerra era tecnico aeronautico nel reparto ricognitori e cominciò a riparare le macchine fotografiche, di fabbricazione francese, usate per i rilievi. Dopo la guerra mise a frutto l'esperienza maturata, creando a Firenze nel 1920 la società F.I.A.M.M.A. per la produzione di fotocamere, la prima di una serie di società acquisite dalla Ferrania. Nell'immediato dopoguerra fu affiancato nell'attività dal figlio Roberto. Nel 1933, oltre agli apparecchi in legno per professionisti, cominciò a produrre fotocamere economiche in metallo per dilettanti. Con la ICAF nel 1939 ca. mise in com­mercio i primi apparecchi, tra cui questo modello Roby, un apparecchio box in metallo per pellicola formato 120 e negativo di 6x9 cm, il cui nome deriva da quello del figlio. Nome che successivamente, in applicazione alle norme emanate dal regime fascista contro le parole straniere, cambiò la “y” finale in “i” diventando l’attuale Robi. Con la Seconda Guerra Mondiale la produzione di fotocamere venne sostituita da quella di componenti per biciclette e per l’industria aeronautica, per riprendere nel periodo post bellico. Negli anni Sessanta iniziò la produzione destinata al passo ridotto, ossia il cinema sonoro, comprendente cineprese, come le Comet 8 e Super 8, e proiettori. L'attività produttiva è cessata negli anni Ottanta. In condizioni discrete, specialmente considerando che ha 80 anni. Si segnala il rivestimento laterale che si solleva e qualche punto arrugginito. Un oggetto unico con una storia incredibile!
TricicloBergamo
Invia WhatsApp